Seleziona una pagina

Alcuni eventi particolari

Dal 1984, con le prime sorelle che iniziarono con p. Pancrazio l’esperienza di ‘Casa Betania’, si cominciarono a emettere, in forma privata nelle mani del vescovo, i voti temporanei di povertà, castità ed obbedienza: l’avventura si stava trasformando in una nuova forma di vita consacrata nella Chiesa.

Nel 1989 la Fraternità visse un momento di lutto e di grazia per la morte di due nostre sorelle: una – Ada – offertasi vittima per i sacerdoti, morì improvvisamente per un ictus, l’altra – Floriana –morì per un tumore, dopo un lungo calvario di sofferenza, nel quale si offrì totalmente al Signore, chiedendo, in particolare, la grazia di benedire la Comunità con molte vocazioni… e il Signore ascoltò questa preghiera e ancora oggi continua a benedire il nostro Istituto con numerose e giovani vocazioni.

A partire dal 1991 si iniziarono a professare i voti perpetui di consacrazione.

Il 6 dicembre 1992 i fratelli e le sorelle consacrati vestirono per la prima volta l’abito religioso della Fraternità: il saio grigio-azzurro nato dall’unione dei due colori che esprimono la nostra spiritualità mariana e francescana. Quel giorno così importante fu reso ancora più speciale dalla presenza del nostro vescovo, il Servo di Dio Mons. Antonio Bello il quale, nonostante la grande sofferenza causata dalla malattia che da lì a poco l’avrebbe condotto alla morte, accettò con gioia l’invito ad essere lui stesso a donarci quell’abito durante la Celebrazione Eucaristica.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: